http://www.youtube.com

L’innamoramento è energia.

La parola AMORE ha in sé tre concetti che risalgono alla grecia antica: L’EROS come desiderio ardente di essere unito alla persona amata; La FILIA come sentimento di reciproco rispetto e desiderio di intrattenere con gli altri relazioni morali di cui essere fieri e infine L’ AGAPE’ l’amore come cura, come benessere del dare senza ricevere, come sospensione liberatoria delle relazioni di  interesse, di desiderio, di libido: IL DARSI E BASTA   

La concentrazione di questi tre aspetti porta con sè un potenziale unico di “potere” rivoluzionario

Non c’è ideologia, non c’è utopia che possa competere con la potenza energetica dell’amore, con quel sentimento intenso del darsi per nulla.

L’amore è dare, darsi, è la forza sconvolgente e insieme liberatoria di rompere le relazioni di interesse che condizionano la nostra vita, di fare uscire un’altra natura da quel triste homo oeconomicus costretto a massimizzare costantemente il suo profitto

Questa energia rivoluzionaria ci fa guardare con occhi nuovi la realtà come se fosse la prima volta: ci fa sentire la vita nei suoi aspetti essenziali, le relazioni sociali nella loro verità, e tutto ci sembra ipocrisia inutile, uso, dominio, egoismo, e ci chiediamo come sia possibile accettare tutto questo ancora 

E allora non è più possibile essere dominati, la seduzione del piacere che ci viene venduta da giornali e TV non ci potrà più comprare, corrompere

Non ci potremo rifugiare nemmeno più in quell’amore cristiano che cerca ricompense in qualche al di là

L’ amore rivoluzionario è qui e ora: è la passione e il coraggio di realizzare il nostro immaginario

Naturalmente l’ happy ending non è garantita 

Ma ci sarà ben qualcosa nella vita per cui vale la pena di lasciar cadere tutte le nostre maschere e le insignificanti difese

Dovremmo sbarazzarci degli altarini dell’amore convenzionale, delle torte nuziali e dei cattivi spumanti, dei visi deturpati dalla chirurgia estetica

L’amore è la potenza di credere in noi e in ciò che sappiamo immaginare, di credere in relazioni nuove, in un mondo nuovo in cui saremmo felici di vivere.