Questa canzone mi prende allo stomaco e mi sconvolge ogni volta che l’ascolto, come se fosse la prima volta, perchè racconta con poche, semplici, esatte parole cosa significa nascere femmina e diventare donna.

E’ incredibile come Ligabue riesca a descrivere così bene e profondamente le delusioni, le gioie, le difficoltà, le emozioni femminili.

Il testo di una canzone può rappresentare senza mezzi termini tutto quello che vuol dire vivere una situazione complessa, come può essere la crescita e la formazione di una persona.

E una donna, che per fattori biologici ha a che fare con la vita e con la morte da subito e che è per tutta la vita un essere in divenire, che deve per forza di cose abituarsi a fare i conti con continui e notevoli cambiamenti fisici e psicologici, vive sulla sua pelle la complessità che tutto questo comporta.

Lei, ancora oggi, nonostante le innovazioni scientifiche e tutti gli innumerovoli tentativi di snaturarne l’essenza, è la tutrice della vita, ma è anche una persona con i suoi desideri, i sogni, le voglie di cui tante volte non è nemmeno consapevole, o che volutamente chiude ermeticamente in quella valigia che l’accompagna nel viaggio di tutta una vita.

Mi auguro che ognuna di noi riesca ad aprirla quella valigia e disperderne il peso, per potersi poi finalmente liberare in volo.       

http://video.corriere.it/anteprima-ligabue/31d1247c-cda7-11e0-8914-d32bd7027ea8

http://youtu.be/_ER3SnabAJQ

Annunci