E IL VENTO POSSENTE MI SCUOTE
La testa …
E il cuore
E l’anima
Palpitano
Vivono sentimenti
Valori
Virtù
Idee: vulnerabili
Siamo i suonatori di strumenti antichi (la memoria)
E moderni (il domani)
E IL VENTO VEZZEGGIA LA PELLE
 
Siamo un delicato profumo:
che richiama sciami di api:
ma il miele è depredato e la cera
e l’alveare è devastato
Consumando più vino che olio ci piace sognare
Utopia?
Pane dei nostri giorni:
umore buono e allegria
E IL VENTO SCOMPIGLIA IL PAESAGGIO
 
Vele di fortuna:
mai ammainate. Noi…
Neppure dinanzi a profondità terribili e sublimi
… sull’orlo degli abissi
Aria:
sole:
animali viziati
Vasi capillari:
linfatici. Noi…
Che se lo vogliamo possiamo dialogare… tra di noi
…con i fiori
e poi i frutti (rosso sangue)
Utopia?
Piume che desiderano il volo
E IL VENTO INVENTA IL VIAGGIO
 
Accavallare i fili di una tela senza tesserli
è la sconfitta
come quando le onde degli oceani
non sovrastano se stesse
E IL VENTO TI DOMANDA: SEI TU IL VENTO?
 
Desiderio ardente
Piacevole
Ti amo: amore
Amore:
la pace
La giustizia
A volte te e di sé
Amore mio, tuo, suo
che non si può nascondere
E IL VENTO ABBRACCIA IL TUO ESISTERE
 
Un uccello dai colori vivaci
entra nella tua stanza…
E danza
Paradisea delle tempeste
Che vede il pianeta disegnato dall’alto in basso
E non intende essere profeta di sventure
O in gabbia
Sia lode e sia lodato:
un combattente pratico per la libertà
anche quando
l’aria
l’ombra
e la stessa luce sono impalpabili
e le acque impaludano la terra (attigui rumori di guerra)
E tu danza…soirèe danzante
E abbaia alla luna
Horis subsicivis… homo novus
EPPURE  IL VENTO SOFFIA ANCORA
  • Michele Capuano
Annunci