L’empatia è l’antidoto della vergogna

Se mettete in coltura un po’ di vergogna, avrà bisogno di tre cose per crescere esponenzialmente: segretezza, silenzio e giudizio.

Ma la stessa quantità di vergogna in coltura, stemperata con dell’empatia, non riesce a sopravvivere. Le due parole più potenti durante la lotta sono: anch’io.

Vi lascerò con questo pensiero. Se vorremo ritrovare il percorso che ci unisce, dovremo passare attraverso la vulnerabilità. So che è più seducente l’idea di rimanere fuori dall’arena, perché credo di averlo fatto per tutta la vita, perché pensavo: entrerò e prenderò tutti a calci quando sarò corazzata e perfetta. Ci piace quest’idea. Ma in verità non succede mai.

E anche se raggiungi il massimo della perfezione e riesci a farti una bella corazza, quando entri nell’arena non è quello che vogliamo vedere. Noi vogliamo che tu entri. Vogliamo stare insieme a te e di fronte a te. Vogliamo semplicemente, per noi stessi e per le persone a cui teniamo, e per i nostri compagni di lavoro, osare con grandiosità.

Brenè Brown

Da Listening to shame (TED Talks)

Advertisements