Ex UAGDC

Colpo di stato in Egitto in diretta mondiale.
Milioni di persone in strada, militari al palazzo del governo, confusione dei cronisti internazionali nell’interpretare gli eventi.

Oggi Mohamed Morsi non è più Presidente, dopo solo un anno dalla sua nomina dal partito dei Fratelli Musulmani: è stato il primo Presidente eletto democraticamente in Egitto, schierato – in estrema sintesi – per la trasformazione del Paese in uno “Stato non teocratico”, ma che si riferisse comunque direttamente alla legge coranica, la Sharīʿa.

Se oggi Morsi non è più il Presidente è anche e soprattutto per opera del movimento Tamarrud, movimento ribelle nato ad aprile 2013 e che ha rapidamente raccolto grande supporto popolare.
Tamarrud ha mosso una ampia lotta a Morsi e al suo insediamento, ha raccolto circa 22 milioni di firme per la sua destituzione spiegando che

“dall’arrivo di Morsi al potere, il cittadino egiziano medio ha ancora la…

View original post 729 altre parole