Triskel182

StataliNIENTE DECRETO, RENZI RACCONTA LA “RIVOLUZIONE” DELLA P.A. RIMANDATA AL 13 GIUGNO E SCAVALCA I SINDACATI: CONSULTERÀ DIRETTAMENTE I LAVORATORI.

Se uno va a starnutire gli viene detto c’è la campagna elettorale. E questo ha modificato sensibilmente anche l’agenda del sottoscritto”. Eccola, la frase chiave della conferenza stampa di Matteo Renzi di ieri. Un premier particolarmente sorridente e insolitamente dialogante lo dice senza mezzi termini: tra tre settimane e mezzo ci sono le europee, e a questo punto è tutto rimandato a dopo. Inedita cravatta scura con pois bianchi, questa volta è accompagnato dal ministro della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, boccoli biondi lunghi e aria doverosamente sbattuta, visto il parto recente. Niente decreto, nè disegno di legge delega sulla riforma della Pa, ma solo delle linee guida, affidate a una lettera ai lavoratori, sulle quali il governo chiede consigli e valutazioni. Una sorta di referendum, come dice la Madia. Poi…

View original post 576 altre parole

Annunci