Triskel182

Tasse

Fino a 5 euro in più un tablet e 9 una chiavetta Ecco quanto si pagherà per il diritto d’autore anche se non si scaricheranno musica e film.

ROMA – Non è un compenso. E neppure equo. Piuttosto un sussidio da un’industria ad un’altra, pagato però per intero dai consumatori. La “tassa” Siae rischia di trasformarsi in una stangata bella e buona, dicono i produttori. Che stavolta non saranno in grado di assorbire l’aumento deciso dal decreto Franceschini. E lo trasferiranno, loro malgrado, nelle tasche di chi acquista tablet, smartphone, chiavette usb, hard disk, tv di ultima generazione, lettori mp3. Non solo giovani e “smanettoni”, appassionati di digitale. Ma milioni di italiani che per lavoro o svago oramai usano quotidianamente questi supporti, così utili per trasportare, ascoltare, leggere file di ogni tipo, da musica a film, documenti, libri. E che ora spenderanno di più.

View original post 556 altre parole

Annunci