Triskel182

Senato non elettivo

LA “MADRE COSTITUENTE” CONTESTATA IN AULA MENTRE NEGA LA SVOLTA AUTORITARIA: “È UN’ALLUCINAZIONE”. IL GOVERNO VUOLE CORRERE MA L’APPROVAZIONE SLITTA ANCORA.

La Boschi è serena… pardon, volevo dire tranquilla”. Ore 16, Palazzo Madama. “Sereno” nell’era Renzi, da quel famoso #Enricostaisereno, vuol dire esattamente il contrario del significato semantico della parola. E il lapsus di un senatore dem descrive bene il clima che si respira: per l’ennesima volta, il voto annunciato sulle riforme costituzionali neanche inizia. Per l’ennesima volta, regna l’incertezza sui tempi e sui modi: 7800 emendamenti, molti dei quali ammissibili, sono troppi per pensare di chiudere rapidamente. E allora? Allora, o si trova una mediazione politica, che per ora non s’intravede, oppure il governo potrebbe scegliere il contingentamento dei tempi, con tanto di accuse di anti-democraticità garantita. Tocca a Maria Elena Boschi, nelle vesti di “Madre costituente”, dare la linea, replicando a nome del governo.

View original post 533 altre parole

Annunci