Archive for 25 luglio 2014


Triskel182

IN PIAZZA

CORTEO DELLE OPPOSIZIONI FINO AL COLLE: “NAPOLITANO NON STA BENE, PARLATE COL SEGRETARIO GENERALE”. RISULTATI ZERO.

Sono da poco passate le cinque del pomeriggio quando inizia una delle più strane serate della politica italiana. Un’oretta prima il presidente del Senato Piero Grasso – nella riunione dei capigruppo – ha dato un’interpretazione, diciamo allegra, dell’articolo 72 della Costituzione strozzando i tempi del dibattito per accontentare Matteo Renzi. È in quel momento che il capogruppo della Lega, Gian Marco Centinaio, prende la parola in Aula: “La Lega andrà dal presidente della Repubblica perché quello del Consiglio non rappresenta più nessuno”. Anche Vito Petrocelli, capo dei seticipate. Anche Napolitano deve prendere atto di quel 41% che Matteo Renzi sfodera a ogni passaggio. Se anche avesse voluto spingere per una maggiore apertura alle opposizioni – cosa che probabilmente farà sulla legge elettorale – la chiusura di Renzi, “il vero ostruzionismo” come lo definisce…

View original post 708 altre parole

Triskel182

Il popoloIl giurista Paolo Maddalena.

Paolo Maddalena, vicepresidente emerito della Consulta, non è l’unico giurista ad avere più di una perplessità sulla riforma costituzionale. E vuol precisare subito una circostanza dirimente: “La riforma costituzionale va letta in un quadro più ampio, cioè quello della politica internazionale. Qualora andasse in porto, costituirebbe un’ulteriore facilitazione per i poteri finanziari, perché si toglierebbe rappresentatività al popolo. Ho l’impressione che il potere finanziario orienti la politica italiana, che va a scatafascio. Ogni giorno aumenta il debito pubblico, ogni giorno cresce la disoccupazione. Le istituzioni europee e internazionali – mi riferisco alla Bce, al Fondo monetario internazionale – mi pare siano state occupate dalle banche e dagli speculatori.

View original post 594 altre parole

Triskel182

RenziLE OPPOSIZIONI NON RITIRANO GLI EMENDAMENTI E ALLA FINE ARRIVA LA “TAGLIOLA”.

Anche noi andremo al Quirinale!”. Vito Petrocelli, capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Senato prende la parola durante un dibattito infuocato, dopo che il presidente del Senato, Pietro Grasso ha annunciato la tagliola. Poche decine di minuti, ed ecco il corteo della dissidenza esce in blocco da Palazzo Madama e si dirige in processione verso il Colle. Quasi in contemporanea Maria Elena Boschi, subito ritwittata da Renzi, annuncia su Twitter: “Referendum comunque!”. Il colpo ad effetto, e insieme il muro contro muro.  L’ENNESIMA giornata convulsa in Senato si conclude così. Fino a metà pomeriggio, era scivolata quasi lenta, nel tentativo del capogruppo Pd, Zanda di convincere le opposizioni a ritirare gli emendamenti.

View original post 619 altre parole

Triskel182

Gaza

GERUSALEMME – CREDEVANO che la bandiera blu dell’Onu che sventolava sulla Kaa Albir, la scuola dell’Unrwa di Beit Hanoun dove si erano rifugiati, li avrebbe protetti dalle bombe che cadevano da giorni tutt’attorno. Pigiati in più di 1500, erano accampati ovunque: nelle aule, negli uffici, in palestra, nel cortile invaso da famiglie che si accontentavano di dormire per terra su una coperta lurida, ma al sicuro. Di questa umanità ieri pomeriggio restavano le pozze di sangue, i banchi macchiati di rosso, stracci sporchi, libri e oggetti disseminati ovunque. Gli schizzi di terra e fango sui muri bianchi e blu. Un colpo di cannone è arrivato nel cortile della Kaa Albir portandosi via almeno 17 vite di donne e bambini palestinesi sfollati. Duecento i feriti nell’esplosione che a ondate sono stati portati via per ore dalle ambulanze della Mezzaluna Rossa e della Croce Rossa internazionale, che hanno sfidato i combattimenti in corso in tutta…

View original post 885 altre parole

Triskel182

ManovreIL CAIMANO A CENA CON FRANCESCA SI GODE LA GIUSTIZIA NEL PATTO.
L’EX CAVALIERE: “L’ACCORDO DEL NAZARENO È FATTO PER QUESTO E PER L’ITALICUM”.
Incipit: “Ma cosa volete che m’importi del Senato, quella è una cosa di Renzi, io il patto del Nazareno l’ho fatto per la giustizia e la legge elettorale. Se non c’è l’Italicum con i nominati io come vi riporto alla Camera?”. Risata generale di sollievo, anche un po’ ruffiana. Così parlò Silvio Berlusconi a tavola, l’altra sera in un ristorante nel centro di Roma. Dal Condannato l’ennesima conferma che nel patto segreto del Nazareno c’è anche la riforma della giustizia da fare insieme al Pd di Matteo Renzi. È il terzo decisivo step previsto da un testo scritto e firmato dai due contraenti, lo Spregiudicato “Matteo” e il Pregiudicato “Silvio”.  Sceneggiata al ristorante  contro le “maldicenze”  Da buona napoletana del popolo, di Fuorigrotta…

View original post 835 altre parole

Polvere da sparo

Immaginate di non poter più portare i vostri figli a scuola,
perchè nelle aule ci dormite in centinaia, ammassati l’uno sull’altro.
Immaginate di non riconoscere più il pianto di vostro figlio, perchè nei rifugi (che parola errata!) si è accatastati e il terrore si stratifica e perde i lineamenti dei visi per diventare un unico grande pianto di terrore.
Immaginate di non dormire per giorni, di avere il vostro vicino morto.
Vostra sorella, qualche figlio, un nonno profugo, un altro concime per il giardino a bordo piscina di qualche insediamento.

Immaginate di trovarvi casa occupata da un pezzo di una brigata dell’esercito perchè avete una casa “strategica”.
Immaginate di dover “convivere” con loro in casa, con i loro fucili, con la loro lingua che non è la vostra, con gli insulti,
con i boati, con un cecchino appostato all’ultima finestra in alto, dove magari avevi messo un po’ di basilico.

View original post 141 altre parole

 
 
 
 
 
 

Era l’8 gennaio 2011 … la storia si ripete…

“Prendi dei gattini, dei teneri micetti e mettili dentro una scatola” mi dice Jamal, chirurgo dell’ospedale Al Shifa, il principale di Gaza, mentre un infermiere pone per terra dinnanzi a noi proprio un paio di scatoloni di cartone, coperti di chiazze di sangue. “Sigilla la scatola, quindi con tutto il tuo peso e la tua forza saltaci sopra sino a quando senti scricchiolare gli ossicini, e l’ultimo miagolio soffocato.” Fisso gli scatoloni attonito, il dottore continua “Cerca ora di immaginare cosa accadrebbe subito dopo la diffusione di una scena del genere, la reazione giustamente sdegnata dell’opinione pubblica mondiale, le denunce delle organizzazioni animaliste…” il dottore continua il suo racconto e io non riesco a spostare un attimo gli occhi da quelle scatole poggiate dinnanzi ai miei piedi. “Israele ha rinchiuso centinaia di civili in una scuola come in una scatola, decine di bambini, e poi la schiacciata con tutto il peso delle sue bombe. E quale sono state le reazioni nel mondo? Quasi nulla. Tanto valeva nascere animali, piuttosto che palestinesi, saremmo stati più tutelati.”A questo punto il dottore si china verso una scatola, e me la scoperchia dinnanzi. Dentro ci sono contenuti gli arti mutilati, braccia e gambe, dal ginocchio in giù o interi femori, amputati ai feriti provenienti dalla scuola delle Nazioni Unite Al Fakhura di Jabalia, più di cinquanta finora le vittime. Fingo una telefonata urgente, mi congedo da Jamal, in realtà mi dirigo verso i servizi igienici, mi piego in due e vomito.”

Vittorio Arrigoni, Gaza, 8 gennaio 2011

 

RESTIAMO UMANI

Terra Santa Libera

Il folle progetto sionista si realizzerá con la pulizia etnica locale e la ricostruzione del tempio sul Monte Moriah

noisuXeroi

loading a new life ... please wait .. loading...

#OgniBambinaSonoIo

dalla parte delle bambine

Il Golem Femmina

Passare passioni, poesia, bellezza. Essere. Antigone contraria all'accidia del vivere quotidiano

esorcista di farfalle

Se i tempi non chiedono la tua parte migliore inventa altri tempi. (Baolian, libro II, vv. 16-17)

lafilosofiAmaschiA

filosofia d'altro genere per la scuola

S P A C E P R E S S

Il Blog libero da condizionamenti politici. Visitatori oltre: 357.200

donnemigranti

"dall’Africa ‘o Mediterraneo st’anema nun se ferma maje.."

non lo faccio più

un luogo dove raccontare di violenza, di relazioni, di paure e d'amore.

I tacchi a spillo

quello che sogno

femminile plurale

"Le persone istupidiscono all'ingrosso, e rinsaviscono al dettaglio" (W. Szymborska)

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Abner Rossi Blog Ufficiale

Teatro, Poesia, Spettacoli

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CodiceSociale

Se è illegale per un uomo provvedere a se stesso, come si può pretendere da lui che resti nel giusto…?!

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: