Deliziosi risvegli

 

La facoltà di esprimersi creativamente

è una fonte primaria di benessere
S. Gasperini

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            Pagina di Satvat Sergio Della Puppa  –   
                                                                                                                                                                Satvat – L’Infinito oltre la siepe – acrilico su tela 2012                                                         

Perché l’immaginazione è una facoltà necessaria quanto l’amore.

L’immaginazione raramente si comporta bene. Può essere ignorata e censurata, ma mai scacciata completamente. Scacciarla completamente sarebbe un errore, perché a differenza della fantasia, che è inerte e immutabile (nella fantasia tendiamo a vedere le stesse cose ripetutamente), l’immaginazione rappresenta speranza, rinascita e un nuovo modo di essere.

Se la fantasia è un ritorno di ciò che è familiare, potremmo dire che l’ispirazione è una parte dell’io che viene improvvisamente alla luce, qualcosa di appena visto o compreso. Ralph Waldo Emerson, che in Compensazione scrive che «si cresce grazie ai traumi», in un altro saggio scrive: «I momenti migliori dell’esistenza sono quei deliziosi risvegli dei poteri più alti».

Uno dei miei studenti ha detto che leggeva libri per avere «più idee sulla vita». Bisognerebbe dire che l’immaginazione è una facoltà fondamentale, che può essere sviluppata e seguita. È necessaria quanto l’amore, perché senza di essa siamo intrappolati nelle desolate polarità del «questo oppure quello», in una Nord Corea della mente, vuota e letale, senza molto da guardare.

Senza immaginazione non possiamo riconcepire quello che sappiamo, o vedere abbastanza oltre. L’immaginazione, lottando con l’inibizione, rappresenta più pensiero e più possibilità: è innumerevole, complessa, selvaggia ed erotica.

Hanif Kureishi

da la Repubblica
 www.pensarecolcorpo.it

 

Annunci