Triskel182

Landini«CAPISCO l’indignazione degli statali, giusto scioperare per certe cose». Anche il leader della Fiom, Maurizio Landini, sembra spiazzato dall’annuncio della Madia. Ma il congelamento dei salari dei travet non guasta più di tanto il filo comunicativo che lo lega al premier Matteo Renzi. Un link rappresentato quasi plasticamente dall’incontro, tra i due, della scorsa settimana a palazzo Chigi. Nello studio del premier la discussione è diventata accesa solo quando si è sfiorata la questione dell’articolo 18: «Se volete aprire un conflitto della Madonna — le parole del sindacalista a Renzi — mettete mano a quella norma. È già stata modificata una volta, non mi sembra che i risultati siano stati grandiosi». Mercoledì 27 agosto, otto giorni fa. Renzi prepara i provvedimenti di un autunno che si annuncia inevitabilmente caldo sul piano sociale.

L’invito a Palazzo Chigi è per Maurizio Landini, numero uno della Fiom, dipinto come il sindacalista più ideologico d’Italia…

View original post 572 altre parole