Gli eventi della vita lasciano a volte sconcertati

                          Frida Kahlo, Broken Column, 1944

l’aria ti manca e lo stupore è massimo

IL NO CHE TI SALE ALLE LABBRA

LO VORRESTI URLARE

ed invece rimane lì a tormentarti 

Ti rendi conto che sta succedendo ancora

Ancora, nonostante che tu accuratamente abbia cercato di evitarlo.

E’ una vita che desideri dipingere con gli acquerelli

per essere finalmente impalpabile, evanescente

come quasi mai ti riesce di essere

Per volare leggera come una farfalla

E quando finalmente ti decidi

e vai, il concatenarsi degli eventi ti disarma

L’insegnante ha frequentato la tua stessa scuola elementare e media

viveva nel tuo vecchio quartiere e adesso vive nel tuo stesso quartiere

che non è più quello dell’infanzia e dell’adolescenza

E’ una donna

una donna che ha molto sofferto e che soffre ancora

e che fra tutti sceglie te

Con te si confida

A te chiede aiuto

E tu avevi già capito tutto

e disperatamente hai cercato di renderti invisibile

di non raccogliere i segali

Ma lei continua a cercarti

ha capito che tu hai il dono

Quel dono che è più forte di tutto

Tu sai esserci sempre,

col corpo e con la mente,

non ti tiri indietro,

ti dai

A volte però

avresti piacere di non essere sempre casa

Avresti bisogno di trovare qualcuno

con cui sentirti a casa

Ma gli anni passano