Latest Entries »

Luis Sepúlveda: «Grillo, devi leggere Gramsci» – CULTURA.

Ci sono lettori che mi chiedono di pronunciarmi sulla tragedia di Gaza. 
L’ho già fatto più volte nel corso di questa crisi. 
Considero altamente probabile che il rapimento e l’uccisione dei tre ragazzi israeliani sia stato una ennesima false flag operation. Cioè un pretesto per organizzare una attacco letale contro Hamas, contro la Striscia di Gaza, contro il popolo palestinese nel suo insieme. E’ l’ennesima prova che Israele non ha mai voluto negoziare e che il suo obiettivo immediato è di cancellare definitivamente ogni possibilità per uno stato palestinese. 
Posso solo provare cordoglio – e un acuto senso di impotenza – per la vittime innocenti, per gli oltre 500 morti già contati. Saranno molti di più, temo. Posso solo aggiungere la mia vergogna di appartenere a questo “Occidente” assassino e vile, che non sa dire nulla di fronte a un tale massacro. E che quello che dice è ipocrita e falso. Oggi ho visto la faccia di John Kerry, indignato e sconvolto per i tredici soldati israeliani uccisi nell’invasione di Gaza. 13 fanno orrore; 500 è un numero. Questa è la nostra superbia e la nostra illusione: che le nostre vite valgano di più venti, cento volte di più, delle loro. Verrà il tempo che dovremo pagare questa superbia. 
Ma questo è solo un aspetto. Ci torno ora perché mi pare che troppi non riescono a collegare i fatti. Ciò che accade a Gaza è un tassello del mosaico che conduce a una guerra molto più grande. Stiamo tutti molto attenti. Gaza fa parte di un’operazione di scatenamento del disordine mondiale. Aggiungiamo il califfato di Irak e Siria. Aggiungiamo la crisi ucraina.
Non perdiamo di vista il quadro. Chi muove tutte queste pedine insieme vuole andare “oltre”. L’obiettivo è la Russia. Ecco perché io occupo gran parte del mio tempo a seguire questo disastro. E l’altro obiettivo (segnatamente per Israele e l’Arabia saudita) è l’Iran. Questi due obiettivi equivalgono a un salto di qualità bellico incalcolabile. 
Gaza è la cartina di tornasole di un disegno apocalittico. Muoviamoci per fermarlo.

 

https://www.facebook.com/giuliettochiesa

Militari israeliani violentano bambini palestinesi – ControLaCrisi.org.

Originally posted on Triskel182:

L'ospedale

Obama e Ban Ki-moon chiedono il cessate il fuoco Kerry al Cairo. Proteste in Cisgiordania e a Gerusalemme.

Il presidente Usa Barack Obama chiede un cessate-ilfuoco immediato, il segretario dell’Onu Ban Ki-moon chiede l’immediata cessazione delle ostilità, ma nella Striscia di Gaza si combatte, si muore. Israele e Hamas non sembrano intenzionati per ora a deporre le armi e consentire così l’ingresso di aiuti alla popolazione civile stremata da 14 giorni di bombardamenti che hanno raso al suolo interi quartieri, distrutto le condotte dell’acqua e i piloni dell’elettricità: un milione di persone è al buio e alla sete, oltre centomila i rifugiati in 50 scuole dell’Onu. Ma le armi non si fermano, ieri l’operazione “Protective Edge” ha conosciuto un’ulteriore escalation, i bombardamenti sono stati continui, così come i lanci dei razzi contro le città israeliane della costa, intercettati dal sistema Iron Dome.

View original 277 altre parole

Originally posted on Laurin42:

Six-Penny-Handley16

Uno ennesimo pittogramma, ha fatto la sua comparsa nei campi di frumento di Ackling Dyke, vicino la cittadina di Sixpenny Handley, nel Dorset (UK).

Questo Crop Circle è formato da una stella a 5 punte e nella parte esterna ha cinque cerchi che rappresentano la stella e la mezzaluna,  noto simbolo dell’Islam. 

Ma questo simbolo è molto più antico della nascita dell’Islam.

L’Islam è nato con Maometto e viene fatto risalire al 622 d.C., anno della sua Egira, ovvero il trasferimento a Medina e della diffusione massiccia della dottrina.

Il segno della mezzaluna che spesso era accompagnato dal simbolo di una stella risale al regno dei Moabiti, popolazione che risiedeva sulle sponde del Mar Morto già dal 14° al 5° secolo a.C.

Il simbolo venne ulteriormente rintracciato tra le popolazioni di quella regione fino ad entrare a far parte della mitologia Babilonese. Il significato di quei simboli, in quelle…

View original 371 altre parole

Originally posted on Triskel182:

Senato non elettivo

LA “MADRE COSTITUENTE” CONTESTATA IN AULA MENTRE NEGA LA SVOLTA AUTORITARIA: “È UN’ALLUCINAZIONE”. IL GOVERNO VUOLE CORRERE MA L’APPROVAZIONE SLITTA ANCORA.

La Boschi è serena… pardon, volevo dire tranquilla”. Ore 16, Palazzo Madama. “Sereno” nell’era Renzi, da quel famoso #Enricostaisereno, vuol dire esattamente il contrario del significato semantico della parola. E il lapsus di un senatore dem descrive bene il clima che si respira: per l’ennesima volta, il voto annunciato sulle riforme costituzionali neanche inizia. Per l’ennesima volta, regna l’incertezza sui tempi e sui modi: 7800 emendamenti, molti dei quali ammissibili, sono troppi per pensare di chiudere rapidamente. E allora? Allora, o si trova una mediazione politica, che per ora non s’intravede, oppure il governo potrebbe scegliere il contingentamento dei tempi, con tanto di accuse di anti-democraticità garantita. Tocca a Maria Elena Boschi, nelle vesti di “Madre costituente”, dare la linea, replicando a nome del governo.

View original 533 altre parole

Originally posted on Triskel182:

Riforma del senato

I PRINCIPALI SONDAGGISTI UNANIMI: I CITTADINI VOGLIONO L’ELEZIONE DIRETTA.

La luna di miele del governo Renzi con gli italiani potrebbe schiantarsi sullo scoglio del Patto del Nazareno. Almeno secondo i principali sondaggisti. Boschi e novelli padri costituenti vari, da Mister Porcellum Calderoli in giù, non paiono interessati ad ascoltare nessuno e tirano dritto per la loro strada. Eppure i numeri pubblicati sono allarmanti per il consenso mancante attorno alla Grande Riforma.
Lo conferma in pieno Antonio Noto, direttore di Ipr marketing: “Bisogna fare una premessa, la maggioranza degli italiani, il 53 per cento, vorrebbe l’abolizione di una delle due Camere. Ma non vogliono il Senato di consiglieri regionali e sindaci proposto dal governo Renzi: il 55 per cento del nostro campione ha riposto che se Palazzo Madama deve rimanere tanto vale votarlo direttamente”. Un surrogato di Senato non sarebbe accettato, insomma.

View original 231 altre parole

Originally posted on Triskel182:

Flores D'ArcaisHo aderito subito con entusiasmo alle 10 proposte “aperte” lanciate dal Fatto Quotidiano. Con entusiasmo, perché l’iniziativa voluta da Antonio Padellaro, Marco Travaglio e Peter Gomez riprende la più nobile tradizione del grande giornalismo americano dall’epoca di Thomas Jefferson: l’impegno politico diretto delle testate democratiche. Allora, perché ancora inesistenti i grandi partiti politici rappresentativi, oggi in Italia perché ormai autoreferenziali, “rappresentativi” solo del kombinat affaristico-politico-corruttivo che caratterizza innanzitutto e per lo più l’establishment del nostro paese. Esiste certamente un’opposizione parlamentare, che si esprime in sostanza esclusivamente nel Movimento 5 Stelle, il cui carattere ondivago e la cui struttura organizzativa e comunicativa “proprietaria” si sono però dimostrati deleteri di fronte alla potenza della tenaglia messa in atto dal patto Renzi-Berlusconi propiziato dal lord protettore del nuovo regime: Giorgio Napolitano.

View original 713 altre parole

Originally posted on Triskel182:

Vauro

View original

Originally posted on Triskel182:

NatangeloLA PETIZIONE SUL FATTOQUOTIDIANO.IT  

CONTINUANO AD ARRIVARE VALANGHE DI FIRME E ADESIONI PER L’APPELLO DEL FATTO CONTRO IL PATTO RENZUSCONI E LO SCEMPIO DELLA CARTA.

Non si ferma la campagna del Fatto Quotidiano per opporsi alla svolta autoritaria che Renzi, Napolitano e Berlusconi stanno imprimendo all’Italia con la riforma costituzionale. Ecco l’appello lanciato nei giorni scorsi: “Le controriforme dell’Italicum e del Senato, concordate dal governo con il pregiudicato Berlusconi e il plurimputato Verdini, consentono a un pugno di capi-partito di continuare a nominarsi i deputati, aboliscono l’elezione dei senatori ed espropriano i cittadini della democrazia diretta: i referendum (non più 500mila, ma 800mila firme) e le leggi di iniziativa popolare (non più 50mila, ma 250mila firme). Chiediamo ai presidenti Napolitano, Grasso, Boldrini e Renzi di sostenere solo riforme che rispettino lo spirito dei Costituenti, per una vera democrazia partecipata”.

   Antonio Padellaro, Marco Travaglio, Peter Gomez, la redazione…

View original 516 altre parole

Terra Santa Libera

Il folle progetto sionista sará realizzato con la pulizia etnica locale e la ricostruzione del tempio sul Monte Moriah

noisuXeroi

loading a new life .... please wait....loading...

#OgniBambinaSonoIo

dalla parte delle bambine

unaeccezione

... avessi più tempo sbaglierei con più calma.

esorcista di farfalle

Se i tempi non chiedono la tua parte migliore inventa altri tempi. (Baolian, libro II, vv. 16-17)

lafilosofiAmaschiA

filosofia d'altro genere per la scuola

SPACEPRESS

Il Blog libero da condizionamenti politici. Visitatori oltre: 295.000

donnemigranti

"dall’Africa ‘o Mediterraneo st’anema nun se ferma maje.."

non lo faccio più

un luogo dove raccontare di violenza, di relazioni, di paure e d'amore.

I tacchi a spillo

quello che sogno

femminile plurale

"Le persone istupidiscono all'ingrosso, e rinsaviscono al dettaglio" (W. Szymborska)

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

In fondo al cuore

graffiando l'anima senza far rumore

Abner Rossi Blog Ufficiale

Teatro, Poesia, Spettacoli

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

uova di gatto

sopralerighe

BLOG.ANDREA LIBERATI

"compongo e rappresento storie" | INFORMAZIONI E POST

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 96 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: